Stanchezza – Memoria

Spondilite Anchilosante
giugno 22, 2018
Tiroide – Ipotiroidismo
giugno 25, 2018

Nelle neuroscienze e psicologia cognitiva, la memoria è la capacità del cervello di conservare informazioni, nel breve, medio e lungo termine.

Le fasi principali nell’elaborazione della memoria sono:

  • La codifica, l’elaborazione delle informazioni ricevute
  • L’immagazzinamento, la creazione di registrazioni permanenti delle informazioni codificate
  • Il richiamo, il recupero delle informazioni immagazzinate, in risposta a qualche sollecitazione

Si possono classificare i tipi di memoria in base ad almeno due criteri:

  • La persistenza del ricordo
  • Il tipo di informazioni memorizzate

Il più diffuso criterio (anche se molto controverso) di classificazione della memoria si basa sulla durata della ritenzione del ricordo, identificando tre tipi distinti di memoria:

  • la memoria sensoriale,
  • la memoria a breve termine,
  • la memoria a lungo termine.

Cause più frequenti che possono dare problemi alla memoria:

  •  stress
  • Ansia, nervosismo, insonnia
  • stanchezza
  • naturale invecchiamento delle persone 

REGOLE DI BUON COMPORTAMENTO:

  1.  Mangiare almeno due volte al giorno frutta e almeno una volta al giorno verdura cruda.
  2. Bere mezzo litro di acqua a metà mattina + mezzo litro d’acqua a metà pomeriggio + ovviamente a pranzo e cena raggiungendo i 2 o 3 litri al giorno, soprattutto se si lavora in un ambiente particolarmente caldo.
  3. Spuntino a metà mattina e metà pomeriggio con pacchetto di crackers integrali per mantenere costante e sufficiente la glicemia (il crollo della glicemia porta all’ipotensione).
  4. Camminare mezzora al giorno (verso sera) con passo spedito, entrando in attività aerobica.

COME INTERVENIRE:

Oligum Rame – Oro – Argento

1 fiala sub-linguale mattina e sera, trattenere per 1 minuto, prima di deglutire.

Questo composto interviene sull’anergia, stanchezza fisica, stanchezza mentale.

In quanto catalizzatori migliorano l’efficienza dell’organismo e la sua capacità d’adattarsi a situazioni di Stress, caldo, freddo, superlavoro ecc.

Fitopreparato Ginkgo Mater

40/50 GOCCE IN POCA ACQUA 2 O 3 AL DÌ

Fitocomplesso ad azione sinergica di estratti di piante specifico per la memoria.

  • Ginkgo (Ginkgo Biloba) > vasodilatatore periferico elettivo della circolazione celebrale, migliora l’ossigenazione delle cellule del cervello.
  • Tiglio (Tilia tomentosa) > stimolante del sistema autonomo vegetativo parasimpatico, determina de-contrazione dei muscoli, specialmente delle spalle e del collo, la cui contrazione determinerebbe un ridotto apporto di ossigeno al cervello.

Situazione con evidente stanchezza fisica:

Fitopreparato Energi Mater

40/50 GOCCE IN POCA ACQUA 2 O 3 VOLTE AL DÌ

Questo fitopreparato svolge un’azione adattogena che combatte la stanchezza fisica e mantale,

  • Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) > vasodilatatore periferico elettivo della circolazione celebrale, ne migliora l’ossigenazione.
  • Guaranà (Paulinia cupana) > stimolante delle funzioni della “corteccia grigia” del cervello, aumenta la concentrazione, la percezione sensoriale, la velocità di reazione…svolge azione antidepressiva funzionale sulle persone anziane.
  • Ginko (Ginko biloba) > vasodilatatore periferico della circolazione celebrale.

Flavon C      

1 COMPRESSA 3 VOLTE AL DI (PRIMA PASTI)

E’ un integratore di flavonoidi (300 mg. per capsula) in sinergia con Vitamina C da rosa canina (50 mg. per capsula): agisce sulla permeabilità dei capillari e sull’iperviscosità del sangue, svolgendo un’azione antinfiammatoria e antiaggregante piastrinica.

Flavon C sarà utile in caso di:

  • Circolazione – Circolazione Periferica – Fragilità Dei Capillari – Varici – Flebiti – Emorroidi – Danni alla Circolazione Causati Dal Fumo – Prevenzione dell’ictus e dell’infarto.

Magnesio C

Attivazione del Sistema Parasimpatico.
1 COMPRESSA TRE VOLTE AL GIORNO CON ABBONDANTE ACQUA

Fondamentale l’utilizzo del Magnesio C sia per rallentare e migliorare la tensione nervosa, ansia, qualità del sonno sia per ridurre la produzione dell’adrenalina la quale riduce le capacità immunologiche e di difesa dell’organismo.

L’uso del Magnesio C, in modo particolare, aiuta il sistema parasimpatico e evita la contrazione muscolare che determinerebbe innalzamento della pressione del sangue.

Questa scheda tecnica, riporta informazioni che in alcun modo non vogliono sostituire la diagnosi ed il parere del Vostro medico di fiducia.