Fertilità – Avere un Figlio

Fegato – Drenaggio Epatico
giugno 6, 2018
Fibroma Uterino
giugno 12, 2018

Sognare il proprio figlio è il primo passo, a volte pieno di preoccupazioni…che vi cambierà la vita.

Questo atto di creazione e di speranza non è solamente l’unione tra una donna ed un uomo ma è il ponte per la nascita di una nuova Anima.

Se è verissimo che l’inizio di questa creazione è l’incontro d’un ovulo ed uno spermatozoo è altrettanto vero che in questa fase il nostro contributo come uomini è sintetizzato in una sola cellula spermatozoo. Mentre la trasformazione di quella cellula madre alla creazione di un bambino, la sua crescita, sviluppo è la via femminile alla creazione. Madre con significato di Matrix con inizio d’un sogno che si realizza nella nascita di un bambino.

Quindi un grazie cosmico a tutte le donne ed alla loro creatività prima come genesi e poi come educazione e formazione di ciò che sarà un futuro condiviso da noi tutti.

Una coppia che dopo 24 mesi di rapporti regolari e non protetti non riesce a concepire è in genere considerata infertile (secondo i criteri della Organizzazione Mondiale della Sanità). Invece, se una coppia ha già avuto figli ma non riesce ad averne altri, si dice affetta da infertilità secondaria.

Il periodo più fertile per una donna è infatti tra i 20 e i 25 anni, resta sufficientemente alto fino ai 35, subisce un considerevole calo dai 35 ai 40, è bassissimo oltre i 40. Con l’età, infatti, invecchiano i gameti femminili (gli ovociti hanno la stessa età della donna: a differenza degli spermatozoi sono già tutti presenti nel feto femminile e sono gli stessi che matureranno di volta in volta ad ogni ciclo mestruale) e aumenta il rischio di malattie connesse all’infertilità-sterilità. Si tratta spesso di malattie comuni che possono capitare negli anni, tra cui le malattie infiammatorie pelviche, le patologie tubariche, lo sviluppo di fibromi uterini, l’endometriosi.

L’età dell’uomo è molto meno significativa… anche se la fertilità maschile ha subito una significativa riduzione. Secondo molti studi, la percentuale di milioni di spermatozoi per millilitro si sarebbe quasi dimezzata negli ultimi 50 anni. Per questo motivo circa il 35% dei casi di infertilità ha una causa maschile.

Protocollo d’intervento:

– Esami clinici completi maschili e femminili.

– Dieta biologica, integrale dissociata.

– Deacidificazione dell’organismo

– Diatesi d’appartenenenza

– Decongestione intestino – basso ventre – gonadi

Oligum Rame – Oro – Argento

Migliora efficenza biologica.
30 GOCCE 3 VOLTE IL DÌ SOTTO LA LINGUA PER UN MINUTO, POI DEGLUTIRE  PRIMA DEI TRE PASTI

Questo composto di oligoelemeti ha la capacità di attivare la corretta funzionalità biologica, riequilibrando l’energia e dando sempre grandi e duraturi risultati in poco tempo. Dal punto scientifico gli oligoelementi sono dei catalizzatori che migliorano l’efficienza, stimolano le reazioni biologiche con un dispendio di energia minore. Sono degli atomi, per l’esattezza dei cationi con carica positiva, e la loro azione migliora in modo particolare la dinamicità degli spermatozoi.

Oligum Zinco – Rame 

Ipofisi – Gonadi.
30 GOCCE 3 VOLTE IL DÌ SOTTO LA LINGUA PER UN MINUTO, POI DEGLUTIRE  PRIMA DEI TRE PASTI

Questo composto di oligoelemeti ha la capacità di attivare la “connessione” tra ipofisi (e i suoi ormoni) e le ovaie o i testicoli, migliorando l’efficienza e l’equilibrio ormonale.

Maca

Lepidium Meyenii.

La Maca o Lepidium Meyenii, cresce principalmente in America Latina (Ande). E’ una pianta erbacea annuale con radice tuberosa. Cresce soltanto su depositi alluvionali del Quaternario. La radice della Maca contiene in particolare aminoacidi (soprattutto acido aspartico, acido glutammico, serina, istidina, glicina, treonina, cisteina, alanina, arginina, tirosina, fenilalanina, valina, lisina e triptofano), apprezzabili quantitativi di alcuni acidi grassi, come l’acido linolenico, l’acido palmitico e l’acido oleico e alcuni importanti minerali quali il ferro lo iodio, il calcio, il fosforo, il magnesio e lo zinco. In aggiunta, la Maca contiene vitamine del gruppo B (B1, B2, B12), la vitamina C, la vitamina E, nonché alcuni isotiocianati, e glicosidi steroidali. Per quest’ultimo motivo, la Maca può essere considerato un’alternativa naturale e sicura agli steroidi anabolizzanti. Nella Maca, inoltre, sono contenute altre sostanze, di tipo alcaloide, che sono in grado di agire a livello dell’asse ipotalamo-ipofisi.

Il problema dell’infertilità e della difficoltà produttiva nelle coppie italiane sono in forte aumento anche a causa dell’ influenza di diversi fattori etiologici quali ad esempio: inquinamento ambientale • fumo • cattive abitudini alimentari • fattori psico-emozionali.

Di interesse, al fine di correggere gli effetti negativi di questi fattori, può essere la possibilità di poter integrare l’alimentazione di tutte le coppie che vogliono avere un figlio e soprattutto, di quelle che presentano problemi legati alla sfera riproduttiva e che iniziano un “percorso assistito” o che sono già definite “coppie subfertili idiopatiche”.

Diversi studi clinici hanno valutato le potenzialità e l’effetto dell’integrazione alimentare con estratti di Maca (Lepidium Meyenii).

La Maca presenta numerose potenzialità che si possono così riassumere:

  1. aumentata energia, fisica e mentale
  2. modulatore della sfera riproduttiva
  3. nella preparazione dell’endometrio per l’annidamento dell’embrione
  4. incrementare l’oogenesi nelle donne
  5. nell’uomo migliora la fertilità, agendo sulla maturazione degli spermatozoi, aumentandone il loro numero, potenza e la motilità
  6. nella donna stimola la maturazione dei follicoli del Graaf e della secrezione di estrogeni

L’azione più studiata del Lepidium Meyenii risulta essere la capacità di regolare significativamente gli effetti della cascata  ormonale dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi e quindi della sfera riproduttiva. Tutti gli effetti verificatesi tramite l’assunzione di Lepidium Meyenii non sono comunque mediati da modificazioni dei livelli ormonali FSH, LH, PRL, T, E2 (Gonzales 2001).  Gli effetti su ovaie e testicoli, compaiono già dopo 72 ore dalla somministrazione e non sono stati attribuiti a ormoni vegetali, ma probabilmente all’azione di tali alcaloidi sull’asse ipotalamo-ipofisario.

Olio Germe di Grano

Vit. E
1 CAPSULA PRIMA DEI TRE PASTI

E’ un compensatore di Vit. E fondamentale per la salute, per la respirazione cellulare e per combattere i radicali liberi poiché svolge un’attività antiossidante.

Nella fertilità va segnalata l’attività positiva di numerose sostanze antiossidanti da aggiungere al Maca come integratori alimentari quali Vitamina C, Vitamina E, selenio, zinco, manganese

Per quanto riguarda la sfera riproduttiva femminile, i radicali liberi sono prevalentemente formati da specie reattive all’ossigeno (ROS) e implicati, insieme all’ossido nitrico (NO), alle prostaglandine (PG) e al vascular endothelial grow factor (VEGF) in diversi processi tra cui l’ovulazione e l’impianto. Lo stress ossidativo influisce anche sulla fertilità maschile. Gli spermatozoi, infatti, hanno una membrana cellulare ricca di acidi grassi polinsaturi, sensibili all’attacco da parte di radicali liberi. L’eccessiva presenza di questi nel liquido seminale può essere dovuta a fenomeni flogistici a livello delle vie urogenitali, o a fattori d’inquinamento ambientale quale fumo, pesticidi, radiazioni ionizzanti, ma anche ad un deficit dell’attività antiossidativa endogena. Tutto questo può anche sfociare in alterata morfologia degli spermatozoi, ridotta motilità, immaturità, mutazioni e anomalie cromosomiche. Alla luce di quanto descritto appare importantissimo un apporto corretto di elementi antiossidanti specifici come nella formulazione Incanto Q10 e l’uso di olio di semi di Lino (acido L-linoleico e L-linolenico = Metodo Cousmine).

Magnesio C

Attivazione sistema parasimpatico – solo un utero rilassato è un utero fertile.
1 CAPSULA PRIMA DEI TRE PASTI

Questo è un multivitaminico-multiminerale adatto a sostenere e a rafforzare il sistema nervoso permettendo il suo recupero funzionale.

  • Ingredienti del Magnesio C: Magnesio carbonato (vedi nota), magnesio gluconato (derivante dall’ ossidazione del glucosio che rende solubili i minerali), magnesio solfato, magnesio citrato fondamentale come stabilizzante dei minerali (1/6 della superficie dei cristalli di apatite nelle ossa è coperta da molecole di citrato), Vitamina C, da bacche di rosa canina (titolate al 70’% in vitamina C), come fissante del calcio e del magnesio e ferro-rame, e Vitamina B6, la quale è fondamentale nelle variazioni dell’umore e nell’efficienza del sistema immunitario. La mancanza di piridossina può anche causare l’anemia.

Per quanto riguarda il sistema nervoso la Piridossina è fondamentale per la produzione di alcuni neurotrasmettitori come le monoammine tra le quali ricordiamo la serotonina , la dopamina, la noradrenalina e l’adrenalina ecc.

QUALCHE INFORMAZIONE IN PIU’ SULLA MACA

La Maca (lepidium meyenii) è un tubero originano della regione delle Ande peruviane, la sua capacità di crescere e riprodursi ad altitudini di 4000 mt. la rende una pianta dalle uniche caratteristiche di resistenza ed adattabilità.  E’ utilizzata da secoli, nella medicina tradizionale peruviana, per aumentare la fertilità nell’uomo e nella donna. I moltissimi studi effettuati per verificare questa proprietà sono oggi approdati a conclusioni sorprendenti. Tanto che la Maca è oggi usato in endocrinologia e ginecologia da molti medici specializzati nelle disfunzioni ormonali, nei problemi sessuali e di infertilità maschili e femminili.

Per l’infertilità la Maca è particolarmente interessante perché ha un’azione “poliendocrina”: contiene, cioè, sostanze che agiscono stimolando la produzione degli ormoni naturali. Nella donna, può essere usata nell’ambito della cura per l’infertilità, poiché rende più efficienti la maturazione dei follicoli l’ovulazione, la preparazione dell’endometrio per l’annidamento dell’embrione. Inoltre, questa pianta può migliorare anche la fertilità nell’uomo, agendo sulla maturazione degli spermatozoi, aumentandone il numero e migliorandone la motilità (ovvero la capacità di raggiungere l’uovo da fecondare).

Nella donna, la Maca è particolarmente efficace per risolvere e prevenire: le irregolarità mestruali, l’assenza del ciclo (anche causata dall’anoressia, un disturbo nervoso che comporta il rifiuto categorico del cibo), i disturbi collegati al climaterio (la fase che precede la menopausa), l’osteoporosi (fragilità delle ossa) in menopausa. Il dosaggio e la modalità di somministrazione del rimedio è diverso a seconda del singolo problema. Nella donna, inoltre, la Maca si è rivelato molto utile anche in caso di perdita dell’energia, stanchezza, scarso rendimento intellettuale e della cosiddetta “sindrome da affaticamento cronico” ,una condizione grave e invalidante per cui ci si sente perennemente esausti. Poiché la Maca è in grado di regolare la caduta degli estrogeni e del progesterone (i due ormoni sessuali principali della donna che intervengono rispettivamente nella prima e nella seconda metà del ciclo mestruale), trova indicazione in alcune forme di mal di testa (emicrania) che compaiono durante o nel periodo precedente o successivo al ciclo. La Maca contiene particolari sostanze chiamate “isotoicianati” conosciute per il loro effetto contro il calo del desiderio (soprattutto maschile, ma anche femminili) e quindi agisce come afrodisiaco. La Maca, infatti, grazie allo stimolo ormonale, determina una vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) a livello degli organi genitali. Questo comporta una maggiore vascolarizzazione sia dei corpi cavernosi del pene nell’uomo sia del clitoride nella donna. Una maggiore vascolarizzazione dei genitali femminili aumenta il livello di lubrificazione, un meccanismo che deriva in parte dalla trasudazione di liquidi dai vasi sanguigni. Il rapporto sessuale risulta pertanto meno difficoltoso e questo permette di migliorare la sessualità. Il percorso che caratterizza la vita degli ormoni femminili che intervengono nella sessualità e nella riproduzione si svolge attraverso: l’ipotalamo, l’ipofisi e l’ovaio. L’ipotalamo stimola l’ipofisi a produrre le cosiddette gonadotropine: Fsh e Lh. L’Fsh stimola a sua volta l’ovaio a produrre estrogeni e quindi a fare maturare il follicolo. L’Lh è responsabile dell’ovulazione e quindi della disintegrazione del follicolo e della liberazione dell’uovo. Il meccanismo d’azione della Maca risulta a questo proposito particolarmente interessante perché si svolge a livello dell’ipotalamo, quindi a livello superiore. Regola fin dall’inizio quella cascata ormonale che porta, come ultimo passo, nella donna, ad avere cicli regolari, un corretto sviluppo dei follicoli e una giusta ovulazione. Poiché la Maca mantiene regolari i tassi di Fsh e di Lh, nell’uomo contribuisce a una migliore sessualità e fertilità: l’Fsh stimola infatti la maturazione degli spermatozoi e l’Lh interviene a livello della potenza sessuale. Al di là della sua interessante “corredo ormonale”, la Maca contiene anche moltissimi minerali, tra cui: il calcio (importante per l’accrescimento dello scheletro e per la prevenzione dell’osteoporosi); il magnesio (efficace per il rafforzamento delle difese immunitarie); il potassio e il fosforo (stimolano l’energia), il ferro (combatte alcune forme di anemia). La Maca contiene inoltre elevate quote di oligoelementi, soprattutto manganese, rame e zinco che aiutano a far sì che il ferro possa essere assorbito in modo completo dall’organismo. Tra l’altro, il manganese e lo zinco sono sostanze importanti nell’ambito della medicina della riproduzione maschile e femminile. La Maca è anche molto ricco di vitamine, soprattutto del gruppo B. La Maca è un prodotto fitoterapeutico e, nonostante agisca a livello degli ormoni, è possibile assumerla anche in gravidanza oppure mentre si sta prendendo la pillola anticoncezionale. In entrambi i casi, però, il ciclo ormonale naturale è messo a silenzio dall’assunzione della pillola oppure, nel caso della gravidanza, dagli ormoni che produce la placenta. In queste circostanza, la Maca non avrà pertanto piena azione ormonale, ma potrà comunque essere utile per aumentare il desiderio sessuale oppure come energizzante.

Prof. Giovanni Menaldo ginecologo

Direttore del Centro di Fecondazione Assistita San Carlo di Torino

“Ho scoperto, nelle mie ricerche, che alcune piante hanno proprietà straordinarie”, riferisce il professor Menaldo. “La principale è per l’appunto la Maca: è chiamata pianta della vita”, per la sua capacità di aumentare la fertilità negli animali e pure nell’uomo. Gli Incas la consideravano un dono degli dei, anche per i suoi effetti afrodisiaci, e la usavano addirittura per i pagamenti, come confermano antichi registri coloniali spagnoli ritrovati tempo fa”.

Dal folklore e dalla storia alla scienza: una decina di anni fa, Menaldo ha ripreso una serie di ricerche dell’Università di Lima condotte sui roditori già negli anni Sessanta. E i personali studi, svolti sotto l’egida dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, sono giunti alla conclusione che le sostanze presenti in questa pianta peruviana agiscono sull’ipotalamo, una cruciale regione del cervello che controlla la produzione di molti ormoni. “L’estratto di Maca, sotto forma di capsule, s’è dimostrato in grado di rinforzare nell’aspirante papà i suoi “asfittici ” spermatozoi e d’aumentare notevolmente il potere fecondante. La pianta peruviana può cioè migliorare la fertilità nell’uomo agendo sulla maturazione degli spermatozoi, aumentare il numero e migliorandone la motilità, cioè la capacità di raggiungere l’uovo da fecondare.

La Maca risulta utile anche nell’organismo femminile, perché stimola i follicoli a produrre ovociti maturi”.

Questa scheda tecnica, riporta informazioni che in alcun modo non vogliono sostituire la diagnosi ed il parere del Vostro medico di fiducia.

Vittorio Alberti Naturopata  Preside della Scuola di Naturopatia Hermete- Sophia di Conegliano  

Prenotate la Vostra Consulenza a 366 4595 970

Riceve  presso:  Erboristeria Armonia via Nazionale n. 74 b – Quero Vas – Belluno

Erboristeria Armonia  piazzetta Trento Trieste 16 – Feltre – Belluno

Dott.ssa Silvia Nogarol Naturopata

Responsabile scientifico del Centro Ricerca Piante Officinali Veneto

Prenotate la Vostra Consulenza  al 389 78 21 286

Riceve presso

Erboristeria Hildegard viale della Vittoria n. 79 Vittorio Veneto Tv